Seleziona una pagina

Esperimenti di design tra il Museo archeologico Nazionale di Napoli, l’università La Sapienza e Mediateur.


Dopo tre lunghi anni di incubazione è stato presentato a Napoli il volume ”MANN+Exhibit Design = concept per allestimenti temporanei”, che ha visto la collaborazione tra il MANN, La Sapienza Università di Roma e Mediateur.

Il volume racconta il lungo progetto di ricerca sui temi del Temporary museum dagli allievi del Master in Exhibit & Public design della Sapienza, che tra il 2020 e il 2022 ha esplorato i temi della fruizione dell’arte nella consapevolezza dei cambiamenti in corso nei musei moderni, tra messe in scena reali e metaforiche dell’esperienza culturale.

La presentazione è avvenuta in un’atmosfera di particolare commozione, in una giornata di eventi che ha idealmente chiuso i due mandati del direttore Paolo Giulierini, che lascia Napoli e il “suo” museo dopo una lunga serie di successi gestionali che ne hanno cambiato il volto, portandolo a competere con i grandi musei del mondo.

Le pagine del volume, pubblicato nella collana “Quaderni del MANN”, raccontano innanzitutto una pregevole esperienza progettuale, che ha esplorato i temi della fruizione culturale nella consapevolezza dei cambiamenti in corso nei musei moderni, offrendo diverse e originali risposte alla necessità di riuscire a connettere il visitatore con le collezioni, esaltando la funzione stessa dell’attività espositiva.

Ma una lettura più trasversale e non meno significativa evidenzia la qualità dell’incontro tra una giovane comunità di progettisti e un’istituzione culturale aperta e lungimirante, che ha saputo intrecciare un legame e offrire un’occasione di confronto dalla quale è emersa tutta l’efficacia di questa cooperazione.

L’iniziativa MANN/Sapienza è la testimonianza di come le buone pratiche di co-design possano supportare la visione di un museo inclusivo e dialogante, diventando un sostanziale elemento di connessione tra musei e comunità progettanti, impegnati su un terreno comune dove generare occasioni di crescita per entrambi.

Nel volume, pubblicato da NAUS Edizioni, sono raccolti saggi di Paolo Giullierini, VIncenzo Cristallo, Adriano Caputo, Luciano de Venezia e Silvia Neri.

I progetti raccolti nel volume sono di Alfonso Rodriguez, Saori Nishimazurga, Angela Ricci, Carla Tintari, Chiara Perdonò, Francesco Tata, Sara Bartoloni, Clelia Manno, Giulia Nicolucci.